Info | About

Oggi, una caratteristica di fondo della cultura del progettista, determinata dal crescente scarto tra le sue consolidate professionalità e cultura e la nuova domanda sociale di spazio, è la riflessività […] la capacità di riflettere su se stessi nell’agire progettuale.

Giandomenico Amendola

SONY DSC

Affascinata dal design ancora prima di comprenderne a fondo la portata ed il significato, incuriosita dal mondo del progetto nelle sue multiverse forme, ho seguito questo interesse attraverso la dimensione spaziale, studiando per 5 anni design degli interni al Politecnico di Milano.

Questa esperienza accademica mi ha consentito di avvicinarmi al progetto come traduzione tra l’uomo e lo spazio, tra la sfera immateriale fatta di valori e simboli e quella materiale dello spazio abitato. La dimensione del vivere quotidiano costellata di trame sociali, valori d’uso, emozioni ed esigenze funzionali ad essa correlate, è sempre stata il nucleo di indagine progettuale.

Negli stessi anni, in parallelo, è nata una passione profonda per un altro mondo progettuale, quello del food, del cioccolato in particolare. Per una preziosa e inaspettata occasione ho potuto seguire — nel 2004 — un corso intensivo di pralineria. Cominciai da quel momento ad appassionarmi a quel nuovo, meraviglioso mondo e a lavorare in un laboratorio di una cioccolateria artigianale, a Trento. Un’esperienza che mi ha lasciato un’impronta profonda. Da quel momento in poi ricerco nuovi ed equilibrati dialoghi tra design e food, in una modalità fortemente osmotica.

Layer che attraversa e accomuna i campi del progetto è uno sguardo riflessivo, etico e sociale, con un approccio votato alla qualità e alla sostenibilità.

Davide Mosconi-Trittico dell'unghia, naso, palpebra, dal ciclo
___

CONTATTI | CONTACTS

Annunci

Una risposta a “Info | About

  1. Ciao Evelyn,
    sono marika e ci siamo conosciute al corso di cucina con gli scarti a Trento .
    Giusto per focalizzarmi sono la mamma di Valetina, che, assieme a Giacomo ha fatto il pesto di carote…
    Intanto volevo esprimerti i miei complimenti per il corso… devo dire che sta dando i suoi frutti visto che.. Valentina fa “ecochips” per tutti e io ho rispolverato un libro della Casali acquistato circa un anno fa!
    Sembra strano ma in quel momento sono stata attratta dal libro perchè di principio sono contraria ad ogni tipo di spreco ma purtroppo non sono mai riuscita a mettere in pratica alcuna ricetta perchè forse avevo bisogno di vedere dal vivo una dimostrazione (purtroppo, lo ammetto , è un mio limite).
    Analogamente lo è stato per i cereali… avevo fin paura di provare. Un’amica mi ha insegnato per bene e da più di un anno in casa si viaggia alla grande tra orzo, farro, miglio, amaranto, saraceno, quinoa e via così.
    Passare dalla “convenzionalità” ad una cucina alternativa, se così la vogliamo chiamare, e decisamente più sana, a volte più rappresentare uno scalino difficile da salire, ma, una volta che lo fai ti rendi conto di tante cose e ti si apre decisamente un mondo…. nel rispetto del nostro mondo!

    Tornando a noi, mi farebbe molto piacere se, quando puoi, mi potresti inviare le ricettine che abbiamo visto quel giorno e anche quella del dado granulare visto che l’orto pullula di pomodori, cipolle, sedano ….
    Ti ringrazio fina da ora della tua gentilezza e ti saluto!
    Ciao
    Marika

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...